Cara Redazione di “Corridoio”, voglio scrivere la mia proposta da comunicare all’Azienda Municipale Trasporti di Catania.

Nei prossimi anni sarà possibile prendere la metropolitana in Via Timoleone con la fermata “Picanello”, scendere alla Stazione Centrale, prendere la linea “Stazione – Borgo” ed arrivare a Piazza Cavour. Fino a tale data, con l’eliminazione della circolare 401 del 2009, questo tratto non è piu’ coperto.

Prima del 1996 la circolare “241” si chiamava “41” era l’unico autobus con capolinea vicino l’Elefante di Piazza Duomo, percorreva Via Etnea, girava per Via Ingegnere, arrivava in Viale Raffaelo Sanzio per percorrere il quartiere di Picanello di oggi. In passato per la precisazione non passava per Via Faraci ma per Via Caduti del Lavoro.

Sarebbe utile il prolungamento della circolare 241  con capolinea in Via Caruso o Piazza Cavour con la nuova denominazione “141 Piazza Cavour – Picanello – Ognina”. Si potrebbe eliminare anche la circolare 1-4 ed aumentare le vetture per la linea 429.

Con l’eliminazione della circolare F Ovest, 401, 201 non si può arrivare in Via Etnea “Zona Alta” solo con la linea 258 “Piazzale Sanzio – Sant’Agati Li Battiati” con lunghe attese.

Proposta percorso 141 “Piazza Cavour – Picanello – Ognina”

Piazza Cavour, Via Etnea, Via Ingegnere, Via Caronda, Via Rosso di San Secondo, Via Torino, Viale Raffaelo Sanzio, Viale Vittorio Veneto, Via Leoncavallo, Via Pidatella, Via Faraci, Via E. Marotta, Via Galatioto, Via Villa Glori, Viale Ulisse, Via Messina, Via Acicastello, Via A. Caruso, Via Battello, Via Messina, Viale Ulisse, Piazza Mancini Battaglia, Viale A. Alagona, Via Del Rotolo, Viale Alcide De Gasperi, Via Borgetti, Via Messina, Via Policastro, Via Savasta, Via Spoto, Via Duca degli Abruzzi, Viale Vittorio Veneto, Via Patanè Romeo, Via G. Vagliasindi, Viale Raffaelo Sanzio, Via Torino, Via G. Castorina, Via Gozzano, Via Pensavalle, Via Torino, Via Fusco, Via Ingegnere, Via Etnea, Piazza Cavour.

Marco Milano

Prima di pubblicare la lettera di Marco Milano, abbiamo sentito l’Ufficio Pubbliche Relazioni dell’AMT, ecco la loro risposta:

“In questo momento la sospensione di alcune linee nei giorni festivi, linee peraltro a bassa richiesta, nasce dal fatto che l’azienda, avendo carenza di personale, ha dovuto rimodulare il servizio e pertanto non si possono ipotizzare prolungamenti o linee dedicate”.