Il Calcio Italiano si ferma…

Dopo le vergogne catanesi il calcio si ferma in tutti i sensi. Tutta Italia si mobilita in segno di cordoglio e protesta e verra’ stoppata a tempo indeterminato la stagione agonistica fino a che non si trovera’ rimedio!!! Lo trovo più che giusto. fin quando si parla di puro sport il calcio rappresenta una ragione di vita per molti giovani, appassionati, supporters, dipendenti e quant’altro. il calcio può far sognare, può valorizzare una città, persino unire una nazione, ma purtroppo c’e’ una sottile linea che separa questo lato sportivo, nobile, appassionante con un lato caustico e folle. Ciò si e’ appreso negli ultimi anni a più riprese e si e’ pure cercato un rimedio, tuttavia vedendo quanto accaduto a Catania ieri non penso proprio che esso sia stato trovato. Anzi penso che il calcio e’ ormai diventato teatro di sfogo per alcune menti deviate che invece di seguire i propri beniamini dar calci al pallone fanno della guerriglia il loro credo e dello sgomento il loro portavoce. Che siano puniti, stavolta severamente, che sia punito in qualche modo pure il Catania, che sia squalificato lo stadio cibali per un anno o forse più, che sia stoppato il campionato, che sia abolito il calcio. oggi non e’ plausibile, Nel 2007, che un evento puramente sportivo si trasformi in guerriglia che non ha nulla da invidiare a quella di Iraq riportata dai TG. E cosa diremo ai figli del povero Filippo Raciti? cosa diremo a Sua Moglie? Come si può perdere la vita in questo modo? Per una partita, per un gioco! Non sembra vero, e’ ai familiari dell’ispettore caduto ieri in questa fantomatica guerriglia che va il mio cordoglio, il mio affetto. Perche’ loro più di noi stanno soffrendo, perchè loro più di noi sono stati toccati da una tragedia che tocca tutti e tutto il marcio mondo del calcio. Cos’altro dire di fronte a tutto ciò? Si potrebbero spendere tante parole di rabbia, ma del resto e’ inutile infierire contro chi non merita nemmeno la parola, il rispetto. Credo che i facinorosi di ieri, saranno ricordati a lungo per le loro gesta folli, forse porteranno a vita questo fardello, forse no, magari continueranno a comportarsi cosi, al prossimo avvenimento. Allora stop al calcio, stop al calcio!

Cirino Cristaldi